Il Mediterraneo tombale

 

Quando cademmo in mare le rocce si liquefecero col nero giacché era notte. Noi ci facemmo neri, sopra di noi c’erano fiamme alte che corrispondevano alla coda della nuvole.Uno dei due emerse e quando emergemmo entrambi una nave legnosa ci raccolse, e tuttavia di nuovo crollammo dalla prua in mare finché legammo colle mani scheletriche il cielo all’abisso e copulammo annegati e l’acqua divenne polmoni e i polmoni acquei evocarono i nomi strozzati dal mare silenzioso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...