Juan Rulfo:Pedro Paramo coi morti messicani

pedroparamo

Non ho Verba, espressioni, qualificazioni soprannaturali contro i Verbi classici:

questo romanzo è il camminamento algido nell’Altro Mondo, nel territorio dei morti e tutto è narrato colla scrittura di uno che il fuoco l’ha rubato ai morti stessi.

Questo libro è strada sterrata e ai lati di quest’ultima i morti scrivono e appuntano sulle loro scapole stellate come andrà la tua vita medesima.

Questa narrazione è marchiata dalla lingua del morto e dei morti insonni.

Il messicano Rulfo è pure lui morto colla lingua che ha battezzato.

La Letteratura dei morti.

Leggetelo per apprendere la glossa mortuaria che dev’essere poesia rulfiana.

Nel Messico, colla Mezzaluna e le stelle meno infiammate per via dell’aria cadaverina e disperata e piangente.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...