Suttaterra su Rai1

“Suttaterra” prossimamente su Tg1 Billy Il Vizio di Leggere:

Annunci

Suttaterra sul Mucchio Selvaggio

Marco Di Marco recensisce “Suttaterra” (Tunué) nel numero di dicembre de Il Mucchio Selvaggio:

<<Gotico amero-siculo che dalle suggestioni faulkneriane e dalle visioni morbose di David Lynch si sposta per mare e arriva a quella “santeria” oscura e arcaica del meridione italico, in cui religione e credenza popolare s’impastano e si sovvertono attraverso una lingua barocca e oscura, prossima a volte a una glossolalia musicale e tetra, Suttaterra t’inchioda alla responsabilità di una lettura mai scontata, in un’atmosfera di tensione narrativa che si nutre del cupo incombere degli eventi>>.

Suttaterra su Treccani

Su Treccani.it, Beatrice Cristalli, che ringrazio, scrive e analizza in profondità “Suttaterra” (Tunué):

<<Se Fred Botting, citando Northrop Frye, riassorbiva il gotico nella vasta categoria del romance, giustificando la sua natura di «story of elsewhere» − lontana nel tempo e nello spazio −, ecco che la lingua di questo viaggio dell’ombra e nell’ombra non può che abbracciare l’idioma archetipico del dialetto, una voce che in Suttaterra, il nuovo romanzo di Orazio Labbate, è ancora protagonista e pulsa in una direzione ben precisa: verbalizzare la materia>>.

http://www.treccani.it/magazine/lingua_italiana/articoli/percorsi/percorsi_134.html

Suttaterra su La Sicilia

Su La Sicilia.it, Zino Pecoraro, che ringrazio, recensisce approfonditamente “Suttaterra” (Tunué):

<<Lo Scuru già in parte aveva aperto per il lettore questi originali, inaspettati orizzonti […] Ora con Suttaterra il quadro indiziario si allarga, conosce spunti sorprendenti: come se l’autore avesse scelto di mettere assieme, in una rischiosa, esuberante operazione postmoderna, tanti spezzoni di vari film che nella loro apparente diversità di origine diano l’impressione di un’esangue giustapposizione: in realtà è un caleidoscopio imprevedibile, un gioco pirotecnico, sempre più autogenerantesi, mai domo nella proposizione fantastica e narrativa. >>